PREVENZIONE

LA MIGLIORE PREVENZIONE ODONTOIATRICA

TUTTI I CONSIGLI DEL DR. MASSIMO CAPPELLA PER AVERE DENTI SANI E FORTI

Per conservare in piena salute denti e gengive, è fondamentale un’adeguata igiene orale. Il nostro studio sviluppa programmi mirati all’insegnamento e al mantenimento di una corretta pulizia della bocca, con particolare cura per le situazioni a rischio.

I CONSIGLI PER LA PREVENZIONE DI CARIE E PATOLOGIE DENTALI

Consigli per prevenzione dentale

Da molti anni nel nostro studio la prevenzione è al centro di tutte le terapie che vengono effettuate.
Riteniamo infatti che seguire il paziente nel tempo sia un servizio utile e necessario per impedire l’insorgere delle patologie gengivali e dentali; il nostro obiettivo e aiutare a raggiungere e mantenere un livello ottimale di salute orale che si ottiene solo controllando periodicamente la propria bocca, senza aspettare l’insorgere dei sintomi dolorosi (esempio carie, ascessi dentali, gengivali, emorragie gengivali ecc).
Attraverso una visita di controllo periodica è possibile intercettare la formazione del tartaro che determina l’insorgere delle infezioni gengivali e delle carie. Si possono anche valutare lo stato d’usura delle protesi fisse e mobili.

IL SERVIZIO RECALL DELLO STUDIO DEL DR. MASSIMO CAPPELLA

Servizio recall per visite di controllo

In quest’ottica di prevenzione i nostri studi svolgono il servizio di recall: i pazienti sono richiamati per una visita di controllo dentale generale, nell’occasione si ricordano le tecniche di igiene orale, valutando lo stato di salute di tutta la bocca con l’ausilio della telecamera intra orale che permette una diagnostica più fine e la possibilità al paziente di meglio comprendere le sue problematiche attraverso le immagini.

L’IGIENE ORALE CON UNO SPAZZOLINO SEMPRE A POSTO

Igiene orale

Nella prevenzione della carie dentale, l’igiene orale gioca un’importanza fondamentale, rimuovendo placca e residui di cibo che portano alla sua formazione.

È importante spazzolare i denti dopo ogni pasto, con maggiore attenzione la sera prima di coricarsi. Normalmente, lo spazzolino deve avere setole molto morbide e arrotondate e non essere troppo grande, in modo da poter raggiungere agevolmente tutte le superfici dentali.Spazzolini consumati, oltre a non permettere un’igiene corretta, possono danneggiare le gengive.
Lo spazzolino dovrebbe quindi essere cambiato ogni due o tre mesi, o appena le setole sono consumate o piegate. Per esigenze particolari il vostro dentista potrebbe consigliarvi uno spazzolino specifico adatto al caso. L’uso di un dentifricio contenente fluoro aiuta a proteggere i denti dalla carie.

IL FILO INTERDENTALE E LE COMPLESSE RILEVATRICI DI PLACCA

Complesse rilevatrici di placca

Per rimuovere la placca e particelle di cibo dalla superficie dei denti è sufficiente usare lo spazzolino, ma per la pulizia tra dente e dente è necessario usare il filo interdentale: questo risulta essenziale nella prevenzione della carie, che molto spesso inizia proprio dalla zona tra dente e dente.

Le compresse rilevatrici di placca colorano in maniera più evidente le zone dove si accumula la placca permettendo di controllare il corretto uso del filo interdentale e dello spazzolino.

COME USARE LO SCOVOLINO INTERDENTALE

Come usare lo scovolino interdentale

Gli scovolini interdentali si usano, inserendoli e facendoli scorrere tra dente e dente vicino la gengiva con delicati movimenti. E’ consigliabile utilizzare lo scovolino interdentale prima dello spazzolino, in modo che negli spazzi interdentali liberi da placca e residui di cibo possa arrivare il dentifricio

I CONSIGLI PER UN’ALIMENTAZIONE SANA E SENZA RISCHI PER L’APPARATO DENTALE

Consigli per alimentazione sana

Gli zuccheri, soprattutto quelli semplici (contenuti in caramelle, dolci, bevande zuccherate, etc) hanno una grossa responsabilità nella formazione della carie dentale. I batteri responsabili della carie, trasformano gli zuccheri non rimossi dai denti, in acidi durante un intervallo di circa 20 minuti. Evitate snacks frequenti con cibi dolci, specialmente se appiccicosi (marmellata, miele, cioccolato, caramelle): fuori dai pasti, infatti la limitata produzione di saliva, favorisce l’adesione ai denti degli zuccheri in maniera prolungata.
Inoltre, tanto maggiori sono la frequenza on cui gli zuccheri vengono introdotti e il tempo in cui gli zuccheri rimangono a contatto con i denti, tanto più alto è il rischio di carie dentale.

L’UTILIZZO DEL FLUORO PER UNA MIGLIORE PREVENZIONE

Utilizzo del fluoro

È un minerale in grado di rafforzare i denti e proteggerli dalla carie.
È normalmente presente nell’acqua potabile e in alcuni alimenti (es. pesce, arachidi e tè), oltre che in prodotti per l’igiene orale.
Utili nella prevenzione della carie dentale, l’applicazione locale con l’uso di dentifrici e colluttori a base di fluoro, e trattamenti di fluoro profilassi durante le sedute di igiene in studio. L’assunzione di fluoro sotto forma di compresse, può essere indicata nella fase di crescita dei denti (fino all’età di 12 anni circa), soprattutto quando l’acqua potabile assunta quotidianamente non abbia già un quantitativo di fluoro ottimale (da 0, Sa I, Omg, F1).

COME PREVENIRE LE CARIE DA BIBERON

Sono provocate da latte e liquidi zuccherati che assunti col biberon, rimangono a contatto con i denti del bambino per periodi prolungati. Si possono prevenire mettendo solo acqua nel biberon prima di dormire evitando liquidi zuccherati per far addormentare il bambino e, pulendo dapprima le gengive, poi i primi denti del bambino con un tampone inumidito dopo ogni poppata.

LA SIGILLATURA DEI DENTI

Sigillatura dei denti

La sigillatura dei denti è un mezzo di prevenzione basato sull’applicazione di particolari materiali resinosi (sigillanti) nei solchi della superficie masticante dei molari e dei premolari, aree particolarmente suscettibili alla formazione della carie. I sigillanti impediscono meccanicamente l’accumulo della placca responsabile dell’insorgenza della carie. L’utilizzo dello spazzolino e del filo interdentale aiuta a prevenire la carie, ma spesso lo spazzolino non riesce a pulire completamente i solchi della superficie masticante.
Tutti i bambini ed adolescenti devono essere trattati attraverso tale procedura, soprattutto coloro ad alto rischio di insorgenza carie.

QUANDO E COME È ESEGUITA LA SIGILLATURA DEI SOLCHI?

Come eseguire sigillatura dei denti

I sigillanti sono applicati subito dopo l’eruzione dei denti. La prima sigillatura dei denti permanenti deve essere eseguita intorno ai 5 ½ – 6 anni; questa è l’età in cui di solito si ha l’eruzione dei primi molari permanenti (quelli che rimarranno in bocca per tutta la vita) subito dietro i molarini da latte. Si noti che l’eruzione dei primi molari permanenti non è accompagnata da alcuna permuta (caduta di denti), mentre i molarini da latte verranno sostituiti dai premolari permanenti. La sigillatura degli altri denti è completata man mano che si ha l’eruzione degli altri denti permanenti che di norma termina intorno ai 12-14 anni.
La sigillatura dei denti non richiede la rimozione di tessuto dentario.
La zona da sigillare viene semplicemente pulita da detriti alimentari e sigillata attraverso i materiali resinosi.

PER AIUTARVI A PREVENIRE LA CARIE

Mantenete una corretta igiene orale spazzolando i denti dopo ogni pasto con un dentifricio al fluoro. Pulite quotidianamente tra dente e dente con filo o scovolino interdentale.
Fate dei pasti sostanziosi, limitando gli spuntini fuori orario. Se fate degli spuntini è preferibile siano a base di frutta o verdure crude, che oltre a detergere la bocca, contengono zuccheri (come fruttosio) non altamente cariogeni.
Proteggete i vostri denti, consultandovi col vostro dentista sull’opportunità di fare delle applicazioni di fluoro, o di fare delle sigillature ai denti dei vostri bambini.
Fate dei controlli dentistici e delle sedute di igiene in studio regolarmente (circa ogni sei mesi, salvo indicazioni diverse da parte del vostro dentista).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*